La postina Sara ci ha consegnato una lettera

Torre Pellice – Pinerolo, sabato 16 giugno 2012

Grazie a tutte e tutti voi, che oggi siete qui.
Siete in tanti, ma nei miei lunghi viaggi siete stati molti di più.

Porterò con me le vostre storie:
quelle degli scalpitanti studenti,
delle donne del sabato mattina che, andando al mercato di Pinerolo, si scambiano ricette,
delle persone che un’auto non se la possono permettere, e di quelle che proprio non la vogliono.
E poi di chi, andando verso Pinerolo, si siede a sinistra, perché si sa, a destra è un paesaggio, a sinistra tutto un altro.
Porterò con me anche le storie di chi su questi sedili si è innamorato…non fate finta di niente, so che ci siete anche voi! E poi di chi è andato speranzoso a un colloquio di lavoro.

Grazie a tutte e tutti quelli che, cullati dal mio ritmico andare, hanno sognato, perché i loro sogni sono diventati i miei.

Li porterò con me, finché ci rivedremo.

Io ci credo, credeteci anche voi!

A presto
il Vostro Minuetto

2 pensieri su “La postina Sara ci ha consegnato una lettera

  1. una modesta proposta:
    Si costituisce a Società Trenovivo che rileva la tratta Pinerolo-Torre da Trenitalia.
    La Società Trenovivo si occuperà della manutenzione e della sicurezza della linea, comprese le stazioni ed i passaggi a livello.
    Il capitale necessario ed il management saranno facilmente trovati tra gli enti e le persone che si battono per il mantenimento della linea (Provincia, Comuni, Tavola Valdese,Sindacati, comitato pendolari.)
    Trenitalia non avrà problemi a cedere una tratta che non rende niente e che costituisce una palla al piede per il valore simbolico di 1 €.
    Si fa una gara di appalto a cui sono invitati gli operatori privati già operanti in Italia (Arenaways, NTV, DB) o potenziali e per par condicio l’attuale monopolista.
    Si valutano le proposte per una migliore efficienza della linea, razionalizzazione delle corse e del personale, e limitato aumento delle tariffe.
    Raggiunto un rapporto costi/ricavi pari a (minimo) 15 % la Regione deve rinnovare il contratto con il nuovo operatore. I treni soppressi arrivavano infatti al massimo al 8,1 %.
    Se non se ne fa nulla la Società Trenovivo vende la tratta al miglior offerente per diversa destinazione (pista ciclabile, strada a senso unico, parco pubblico, eliminazione dei passaggi a livello, urbanizzazione delle stazioni) e investe il ricavato nel miglioramento della Pinerolo Torino.

  2. Anch’io spero sia un arrivederci, dato anche che le prime prove “autobussistiche” pare non siano state proprio esaltanti.
    Ciao !

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>